SCAMBI CULTURALI

Gli scambi culturali offrono ai nostri studenti l’opportunità di avere una breve ma completa esperienza di vita in un Paese straniero, che comprende la vita in famiglia, la condivisione della vita dei partner, la frequenza di lezioni nella scuola partner e la visita della città e suoi dintorni.

Organizzazione
Ogni scambio ha luogo in due fasi:

- una fase di visita, in cui gli studenti si recano presso la città dove ha sede la scuola partner. Qui trascorrono un periodo generalmente compreso tra i 10 e i 16 giorni, ospiti delle famiglie degli studenti e partecipano ad attività scolastiche ed extrascolastiche organizzate dalla scuola partner;
- una fase di accoglienza, in cui i partner vengono ospitati dalle famiglie dei nostri studenti per un periodo analogo e partecipano ad attività scolastiche ed extrascolastiche organizzate dal nostro istituto.

Negli ultimi anni le classi terze del liceo linguistico hanno potuto fare un’esperienza in Europa (Francia, Germania, Danimarca, Finlandia, Svizzera e Belgio), mentre le classi quarte hanno avuto l’opportunità di visitare un Paese extraeuropeo (Stati Uniti, Canada, Australia).

Finalità
Per gli studenti partecipanti:

  • attraverso l’esperienza di vita in famiglia, la frequenza delle lezioni nella scuola partner e l’accoglienza dello studente straniero, gli studenti hanno la possibilità di approfondire la loro conoscenza del paese straniero;
  • miglioramento sostanziale delle competenze in una o più lingue straniere, che vengono utilizzate in situazioni comunicative reali con propri pari. Anche le competenze scritte migliorano, grazie ai contatti epistolari prima e dopo lo scambio e ai rapporti di amicizia che rimangono nel tempo;
  • confrontandosi con uno stile di vita diverso gli studenti sono portati ad ampliare i loro orizzonti culturali; allo stesso tempo riscoprono i valori rappresentati dalla propria identità culturale. Anche le famiglie degli studenti sono coinvolte attivamente in questo confronto;
  • gli studenti acquisiscono maggiore autostima, grazie a questa esperienza di confronto con il diverso e al superamento di difficoltà nell’adattarsi ad abitudini diverse;
  • conoscenza del proprio territorio. Gli studenti infatti preparano gli itinerari e le visite offerte agli ospiti stranieri e fanno loro da guida nella scoperta delle bellezze artistiche e naturali del nostro territorio.
Per la scuola nel suo complesso:
  • ospitando per brevi periodi diverse volte all’anno gruppi di studenti e insegnanti stranieri, la nostra scuola si è aperta verso l'esterno;
  • anche le classi e gli studenti non direttamente coinvolti nello scambio traggono vantaggio dall’esperienza di scambio; gli studenti ospiti, infatti, frequentano lezioni in altre classi, e questo permette a tutti i nostri studenti di comunicare nella lingua straniera studiata;
  • la presenza di ospiti stranieri può costituire per tutte le classi lo spunto per lavori di approfondimento sul Paese a cui gli ospiti appartengono.
Per gli insegnanti:
  • l’attività di scambio culturale coinvolge tutto il consiglio di classe, quindi tutti gli insegnanti della scuola hanno l'opportunità di crescere professionalmente, attraverso il confronto con colleghi stranieri e sistemi educativi diversi e l’approfondimento della conoscenza della lingua straniera.
Valutazione e autovalutazione dei partecipanti
Gli studenti che partecipano a uno scambio culturale devono essere consapevoli del fatto che si tratta di un'esperienza impegnativa, che richiede un certo grado di maturità.
Si tratta di un modo diverso di fare scuola, che comporta degli obblighi e delle responsabilità.
Gli studenti rappresentano l’Istituto scolastico di cui fanno parte, il loro territorio e la loro nazione, di fronte agli ospiti stranieri e mentre si trovano in un Paese straniero.
Per questa ragione viene somministrato a tutti gli studenti e alle loro famiglie un questionario nel momento in cui viene proposto uno scambio con una scuola straniera, che permette loro di riflettere sulla realtà dello scambio e sulle possibili difficoltà che dovranno affrontare.
L'accettazione e la sottoscrizione dei diversi punti del questionario, sia da parte degli studenti che dei loro genitori, rappresenta una condizione necessaria per partecipare all'esperienza.

  Indietro